Rimandati a maggio : il nostro secondo operatorio. Confronto e differenze rispetto al primo.

Rimandata” – la nostra pagella del primo “esame PMA” purtroppo non é stato un 30 e lode e così  sapevamo già da subito che ci saremmo dovuti rimettere in pista e ricominciare tutto da capo. Si riparte da dove avevamo iniziato la volta precedente, il preoperatorio.

Schermata 2017-06-23 alle 14.15.04.png

23 maggio ore 7:30 siamo seduti nella sala d’attesa verde davanti a un monitor ancora spento. Gli ambulatori sono ancora chiusi, ma di gente in attesa ce n’é già tanta. Mi guardo in giro ma non riconosco nessun volto e penso che in fondo siamo davvero in tante a dover affrontare questo percorso. Mio marito come sempre é accanto a me, calmo, dolce, affettuoso. Aspettiamo.

Puntualissima, alle 7:45 arriva l’ostetrica Elena che, con tono simpatico, fa l’appello e ci chiede di seguirla nella sala dei corsi preparto, che si trova in fondo al corridoio poco dopo la sala d’attesa.

Siamo 4 coppie, tutte sedute in prima linea, per concentrarci meglio. Mio marito ed io tiriamo fuori carta e penna per segnarci le cose che c’erano sfuggite l’altra volta ma non é necessario. E’ tutto molto più semplice e non solo perché in fondo sappiamo già tutto ma anche perché di cose da dire ce ne sono molto meno.

Di fatto è un appuntamento veloce, un ripasso su piano terapeutico, su consensi e sul programma della giornata e da lì capiamo che siamo tutte ripetenti, chi al secondo, chi al terzo o quarto tentativo.

Non parliamo dei medicinali o di come fare le punture, non ci viene consegnata nessuna altra puregon pen e i consensi non vengono rifirmati ex novo, ma firmiamo un foglio con il rinnovo del consenso.

Schermata 2017-06-23 alle 14.13.53.png

L’approccio dell’ostetrica é un po’ diverso da quello dell’altra volta. Elena sembra un po’ più fredda, ma pur sempre molto gentile, educata e sorridente. E’ una donna tutta d’un pezzo. Ciò che percepiamo é che, che si chiami Elena o Michela, abbiamo sempre davanti a noi delle gran donne, competenti, preparate, sicure e al tempo stesso dolci, empatiche e professionali e di cui senti di poterti fidare.

Finito questo veloce colloquio, ritorniamo tutti nella sala verde in attesa dell’appuntamento con la ginecologa. Questa volta incontro la dott.sa Arnoldi, é la prima volta che me la trovo davanti. Ne avevo sentito parlare da molti tra i corridoi e chissà perché me l’ero immaginata una donna di mezza età, minuta e piccoletta. In realtà é praticamente una mia coetanea dall’aspetto easy e semplice. Non mi visita nemmeno, sa che ho già in mano il piano terapeutico preparato dal collega che al momento é in viaggio di nozze e quindi non fa altro che riconfermarmelo, ristampandomelo con le date corrette (quello che mi aveva consegnato il mio dottorino non aveva le date del ciclo che mi sarebbe venuto da lì a qualche settimana).

Passiamo poi al corridoio di attesa per il prelievo e al colloquio con l’anestesista. Il prelievo fila liscio, il colloquio con l’anestesista anche ma mi incuriosisce molto. Al contrario dell’altra volta mi fa molte domande, oltre alle classiche “fumi? bevi? ecc…”, la domanda che più mi perplime é se ho denti che traballano in bocca. Cioè? Scusa, vuoi farmi la visita odontoiatrica? Non ne capisco il senso ma trattengo a stento un sorriso. Con uno sguardo furtivo cerco gli occhi di mio marito, altrettanto stupito per la domanda. Comunque sia ne usciamo sorridendo.

Ultima tappa, prima di chiudere questa giornata in ospedale é un veloce passaggio alla preaccetazione per i prelievi.

Sono le 13:00 e abbiamo finito 🙂

Un pensiero su “Rimandati a maggio : il nostro secondo operatorio. Confronto e differenze rispetto al primo.

  1. Viene chiesto se ci sono denti traballanti in bocca perchè se ci fosse bisogno di una intubazione urgente l’anestesista deve esserne al corrente per evitare di farci “ingoiare” eventualmente il dentino traballante. La manovra deve essere fatta in sicurezza…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...